Ospedale Matera, Crpo: si riattivi servizio analgesia al parto

La commissione regionale pari opportunità chiede che “si proceda ad una riorganizzazione del servizio di anestesia che consenta di sopperire alle carenze di organico e permetta alle donne materane di vivere in modo più sereno l’esperienza del parto”     

 “Apprendiamo dagli organi di stampa che ad oggi risulta ancora sospeso il servizio di analgesia al parto presso il reparto di ostetricia e ginecologia dell’Ospedale di Matera”.

Così le componenti della Commissione regionale pari opportunità che aggiungono: “Possiamo immaginare che, passata la fase acuta della pandemia, ci sia un problema di organico ridotto degli anestesisti, aggravato dal periodo delle ferie estive, che porta a dare la priorità ad interventi di rianimazione ed urgenza”.

“Pur comprendendo che l’analgesia al parto non rappresenti un servizio essenziale – dicono – vorremmo evidenziare che trattasi, comunque, di una tecnica utilizzata ormai da anni che migliora sensibilmente l’esperienza del parto e permette di ridurre il ricorso al cesareo”.

“Pertanto – concludono – chiediamo alla Direzione dell’Ospedale di Matera che, in tempi alquanto brevi, si proceda ad una riorganizzazione del servizio di anestesia che consenta di sopperire alle carenze di organico e permetta alle donne materane di vivere in modo più sereno l’esperienza del parto”.