Omicidio Taranto:due fermi,ipotesi movente legato alla droga

E’ stato ucciso con colpi di pistola alla testa dopo essere stato ferito con un coltello e un martello Graziano Rotondo, 39enne di Palagianello, con precedenti per spaccio di droga: il suo corpo martoriato è stato rinvenuto ieri sera in uno scantinato delle case-parcheggio del rione Tamburi di Taranto.
    Per l’omicidio sono state sottoposte a fermo due persone: Vincenzo Balzo, 40 anni, ritenuto un personaggio di primo piano della criminalità tarantina, e suo cognato Carmelo Nigro, 32 anni, che presentava lesioni alla testa per le quali ha fornito giustificazioni che sono state smentite dagli accertamenti dei poliziotti: le ferite sarebbero sarebbero riconducibili a una colluttazione con la vittima

error: Questa pagina è protetta