Oltre 5mila cittadini per lettera inviata al premier Conte da Taranto

Sale ancora il numero di sottoscrizioni alla lettera aperta indirizzata al premier Giuseppe Conte per la chiusura dell’ex Ilva. All’ottavo invio, la missiva è stata firmata da 5.060 cittadini e 54 associazioni. In 8 anni – sottolinea la lettera – «prima con la gestione statale e dopo con quella del più grande produttore mondiale di acciaio, il governo non è riuscito a risolvere né i gravissimi problemi d’inquinamento né quelli occupazionali, mentre la fabbrica continua a perdere fino a oltre 100 milioni al mese. È il momento di cambiare strada, di chiudere la vecchia fabbrica della morte e di dare a Taranto le alternative economiche ed un giusto risarcimento, a partire dall’istituzione di una no-tax area». Per i firmatari, «questo governo, al pari dei precedenti dell’ultimo decennio non ha tenuto e non tiene in considerazione i dettami costituzionali che parlano di lavoro da svolgere in salute, in sicurezza, in un ambiente salubre e con dignità».