Auto con tifosi investe altri due tifosi : un morto e altro è grave


Notizia Audio voce Mimmo Moramarco  Vietata la riproduzione podcast news

Aggiornamento

Un uomo di 33 anni – tifoso della Vultur Rionero (Eccellenza lucana) – è morto investito da un’auto sulla quale viaggiavano alcuni tifosi del Melfi (Eccellenza lucana), nei pressi della stazione di Vaglio di Basilicata (Potenza). La Polizia sta indagando per stabilire le circostanze che hanno che hanno portato all’incidente e alla morte del tifoso, probabilmente frutto della rivalità tra le due tifoserie. Nell’incidente è rimasta ferita almeno un’altra persona, che è ricoverata all’ospedale San Carlo di Potenza.
    La Polizia ha rintracciato l’auto e tre tifosi del Melfi sono stati portati nella Questura del capoluogo lucano.

Il prefetto di Potenza, Annunziato Varde’, a seguito del “gravissimo episodio accaduto nei pressi della stazione di Vaglio Basilicata (Pz) nel quale ha perso la vita un uomo di 39 anni e sono rimaste ferite altre persone, di cui uno gravemente”, ha convocato per domani alle 9 – informa una nota – una riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica, alla presenza dei sindaci dei Comuni di Melfi (Pz) e Rionero in Vulture (Pz) nonche’ dei presidenti delle rispettive squadre di calcio. Nell’immediatezza del fatto, d’intesa con il Questore di Potenza “sono stati intensificati al massimo i servizi di ordine pubblico nei due Comuni, allo scopo – si legge ancora in una nota – di prevenire scontri tra le due tifoserie rivali”

Grave incidente in Basilicata: un’auto con a bordo dei tifosi del Melfi ha investito due tifosi del Rionero. Un uomo è morto sul colpo l’altro è stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale San Carlo di Potenza. L’incidente è avvenuto su una parallela della Basentana: i due gruppi di tifosi delle squadre lucane stavano viaggiando per assistere ai match del Melfi contro il Tolve e del Rionero diretti a Brienza per la partita di eccellenza lucana. Ancora da chiarire le dinamiche dell’impatto. Sul posto la polizia e il 118.

error: Questa pagina è protetta