Scoperta compravendita di loculi a Rionero (PZ)


Notizia Audio voce Mimmo Moramarco  Vietata la riproduzione podcast news

La Polizia di Stato di Potenza, su disposizione della Procura della Repubblica, ha eseguito provvedimenti cautelari emessi dal Gip del Tribunale di Potenza nei confronti di pubblici dipendenti del Comune di Rionero in Vulture, imprenditori e privati cittadini indagati per reati contro la P.A. e in particolare per l’illecita compravendita di loculi all’interno del locale cimitero. Dopo conferenza stampa degli inquirenti si apprende che la Procura della Repubblica di Potenza ha cominciato, “già da oggi”, le ricerche di una fossa comune in cui sarebbero stati nascosti i cadaveri riesumati dai loculi (per poi effettuare l’esame del Dna sui resti e verificarne l’identità) che la ditta che gestiva il cimitero di Rionero in Vulture (Potenza) avrebbe poi illegalmente rivenduto fino al 300% del costo reale. E’ uno dei particolari emersi stamani, a Potenza, nel corso della conferenza stampa convocata per illustrare l’operazione della Polizia “Il grido dell’Ade”, che ha portato a sei arresti. Indagini anche sulla gestione del cimitero di Orta Nova (Foggia).

Condividi questo articolo
RSS
Facebook
Twitter
INSTAGRAM
Pinterest
LinkedIn
Follow by Email
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial