Sbarco di migranti in provincia di Brindisi

Circa trenta profughi sono sbarcati sulla costa brindisina, poco distante da Cerano. I giovanissimi – secondo le prime indiscrezioni sarebbero minorenni – sono stati scoperti da una guardia giurata che stava pattugliando la zona, e avrebbero origine egiziana. Hanno sfidato il freddo e l’emergenza sanitaria, e sono arrivati in Italia all’alba di oggi. Avevano con loro abiti asciutti e mascherine chirurgiche. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la Guardia di Finanza, alcuni componenti del gruppo sarebbero riusciti a fuggire.
A quanto si apprende, gli stranieri hanno dichiarato di essere minorenni, egiziani e iracheni; ci sono anche due bambine. Avevano tutti la mascherina chirurgica, forse fornita loro dagli scafisti una volta giunti in Italia, alle prese con l’epidemia di coronavirus.
Sono stati accolti e prima di essere smistati nei centri di accoglienza sono state offerte loro, in zona, le prime cure. I protocolli prevedono che tutti i migranti debbano osservare un periodo di quarantena. Sono state avviate le procedure di identificazione degli stranieri e le indagini sulle loro modalità di arrivo.

Condividi questo articolo
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial