Promossa dagli Ispettori Europei la gestione digitale del servizio sanitario pugliese

Si chiude con un bilancio positivo la visita degli Ispettori europei presenti a Bari nella sede Ares , l’agenzia sanitaria regionale e rappresentavano il principale network europeo per la sanita’ digitale ramificato in 15 paesi con 50 organizzazioni affiliate tra enti governativi, centri di ricerca e industrie. La Puglia e’ stata selezionata per cinque buone pratiche che faranno scuola a livello comunitario. I settori controllati sono stati quello della teledialisi, telecardiogia del policlinico, del sistema informatico edotto, della banca dati dei pazienti, progettata da Ares e Casa-Ospedale della Asl Brindisi. Marc Lange, segretario generale di Ethel, si è espresso in maniera molto positiva è ha promosso l’operato della regione dove, a suo dire, risulta di gran lunga al di sopra della media europea