Istruzione e diritto allo studio. Tre provvedimenti approvati ieri dalla Giunta Regione Puglia

Ieri la Giunta regionale su proposta dell’Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Puglia, Sebastiano Leo, ha approvato tre importanti provvedimenti. Il primo riguarda le linee di indirizzo regionali per il dimensionamento della rete scolastica e di programmazione dell’offerta formativa sul territorio regionale per l’anno scolastico 2019/2020. Uno strumento importante per mantenere fruibile l’esercizio del diritto all’istruzione e a garantire, il più possibile, l’equilibrio territoriale con una particolare attenzione alle aree caratterizzate da criticità. La novità di quest’anno è una governance condivisa con i soggetti istituzionali e il contributo delle parti sociali attraverso un portale web dedicato sia alla condivisione delle informazioni che all’informatizzazione della procedura.

Il secondo atto riguarda il rinnovo del Protocollo con l’Ufficio Scolastico Regionale della Puglia e la Fondazione per l’educazione finanziaria, con un evento in programma il prossimo 1 ottobre a Lecce. Diffondere l’importanza di una cultura economica e finanziaria nelle scuole, imparare a gestire il proprio futuro economico consapevolmente, prevenire le ludopatie e i rischi del gioco d’azzardo sono gli tra gli obiettivi alla base del Protocollo che sottolinea ancora una volta la grande sinergia tra Regione Puglia e USR Puglia.

Il terzo intervento riguarda, invece, la ratifica del Protocollo già siglato tra Regione Puglia, Anci e Adisu Puglia per promuovere l’accesso alle opportunità e ai servizi per gli studenti universitari, proprio attraverso le municipalità. Un’informazione capillare è fondamentale per implementare l’accessibilità ai tanti servizi messi a disposizione attraverso Adisu. La Puglia si conferma una tra le regioni con le performance migliori nell’ambito delle politiche per il diritto allo studio.