Estorsione e riciclaggio, blitz nel Foggiano

 Operazione della Dia nel Foggiano, coordinata dalla Procura, per il sequestro di immobili, rapporti bancari, barche, aziende agricole e commerciali, nei confronti di un gruppo di persone indagate a vario titolo per estorsione, riciclaggio, impiego di beni di provenienza illecita, autoriciclaggio, trasferimento fraudolento di valori, turbata libertà degli incanti, falsità materiale e violazione della normativa tributaria. Tra gli indagati spicca un uomo imparentato con una delle più conosciute famiglie mafiose di Cerignola, i Cartagena, coinvolta nello storico processo “Cartagine” che negli anni Novanta azzerò il clan Piarulli-Ferraro, al centro anche di tre blitz che smantellarono organizzazioni criminali nel 2011 (ricettazione di veicoli), nel 2014 (tentato furto al caveau della NP Service di Foggia) e nel 2016 (tentata rapina a un portavalori sull’A12 nel Pisano).
    Negli anni ha intestato il patrimonio accumulato a diversi prestanome (anche moglie, figlio, sorella e cognato), ora indagati

Condividi questo articolo
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial