Diportista salvato al largo di Otranto


Notizia Audio voce Mimmo Moramarco  Vietata la riproduzione podcast news

Un albanese salpato da Valona per una battuta di pesca il cui natante, una barca in legno lunga 5 metri, è andato in avaria a circa 20 miglia nautiche dal porto di Otranto (Lecce) è stato ritrovato dall’equipaggio di un areo Atr 42 della guardia costiera, denominato ‘Manta 3’, decollato dalla base di Catania. L’uomo, che aveva chiamato i soccorsi telefonando al numero di emergenza della Capitaneria di porto, è stato localizzato dopo 40 minuti di ricerche. Sul posto è intervenuta una motovedetta, la CP866, salpata da Santa Maria di Leuca che lo ha preso a bordo e condotto nel porto di Otranto.
    Soccorso da personale del 118 il diportista, impaurito e con evidenti sintomi di ipotermia, è stato trasferito nel’ospedale di Scorrano (Lecce) dove è stato stato trattenuto per ulteriori controlli in codice giallo, ma non è considerato in pericolo di vita. Gli interventi di ricerca e soccorso sono stati coordinati dalla direzione marittima della guardia costiera di Bari.

Condividi questo articolo
RSS
Facebook
Twitter
INSTAGRAM
Pinterest
LinkedIn
Follow by Email
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial