Dai profumi…

Dimmi che profumo hai e ti dirò se mi piaci. Chi pensa che “piacersi a pelle” e “avere fiuto” siano solo modi di dire si sbaglia di grosso. L’olfatto è infatti l’unico senso collegato direttamente alla regione del cervello che elabora l’esperienza emotiva, per questo non è inusuale essere attratti dal profumo di una persona piuttosto che dal suo aspetto. Ecco, in un report della app Once, quali sono le fragranze che possono avere un effetto sull’attrazione reciproca.

I migliori profumi per lei
Rosa: Secondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica PLOS ONE, i ricercatori del Karolinska Institute in Svezia e del Monell Chemical Senses Center di Filadelfia, il profumo dell’olio di rosa è comunemente associato a volti femminili attraenti. Inoltre anche in dermatologia l’essenza di rose è riconosciuta per la sua azione riequilibrante, lenitiva e armonizzante, utile non solo contro le rughe ma anche per avere benefici sull’autostima e contro ansia. Se inalato, aiuta a ridurre lo stress, equilibrando emozioni negative provocate da collera, gelosia e nervosismo.

Vaniglia: Le fragranze che richiamano troppo gli alimenti non sono mai consigliabili. Ma se gli uomini non sopportano i profumi al cioccolato, sembra che la vaniglia al contrario sia una fragranza molto attraente. Se le proprietà afrodisiache della vaniglia sono note sin da tempi remoti, fu soprattutto a partire dal ‘700 che iniziò ad affermarsi come essenza. Studi più recenti hanno poi rilevato che stimola la libido maschile e agisce come antidepressivo naturale per la presenza di molecole molto simili ai feromoni umani. Il suo aroma dolce ha la capacità di far sentire le persone a proprio agio, per questo le tettarelle dei biberon sono spesso imbevute di un profumo alla vaniglia che si rivela un ottimo calmante anche in età adulta.

Mughetto: Secondo uno studio della Small and Taste Research Foundation di Chicago, diretta dallo psichiatra e neurologo Alan Hirsch, il profumo di mughetto stimola il desiderio sessuale negli uomini che, non a caso, ritengono che tale fragranza sia una delle più seducenti per il gentil sesso. L’essenza di mughetto è spesso usata anche in aromaterapia per le sue proprietà curative a carico del sistema cardiaco, contro palpitazioni, ipotensione e apatia.

I migliori profumi per lui
Vetiver: Di origine indiana come il patchouli, il vetiver è una pianta erbacea da cui si ricava un olio essenziale tra i più usati nella profumeria maschile. Lanciato per la prima volta negli anni ‘60, il vetiver divenne popolare grazie all’omonimo profumo che la couturière francese Marie-Louise Carven dedicò come pegno d’amore al primo marito. Conosciuto ancora oggi come il legnoso per eccellenza, il vetiver è un profumo che conquista per la sua nota olfattiva elegante e senza tempo, fresca e dal sentore terroso. Il suo aroma evoca infatti l’odore della terra bagnata, è leggermente legnoso ma molto intenso, il che lo rende perfetto per adattarsi alla pelle maschile.

Muschio: Considerato sin dall’antichità un’essenza preziosa per le sue presunte virtù afrodisiache, il muschio è ancora oggi uno degli aromi più utilizzati nella profumeria maschile proprio perché sprigiona una certa dose di raffinata sensualità su chi lo indossa, senza mai risultare eccessivo o troppo invadente. Per chi non fosse ancora convinto, una ricerca dello Small and Taste Research Foundation ha dimostrato che le donne sono circa 1.000 volte più sensibili a questo aroma tipicamente maschile e di conseguenza più attratte dagli uomini che usano profumi a base di muschio.

Cedro: L’olio di cedro ha la particolarità di appartenere a ben due famiglie olfattive, quella dei profumi agrumati, proveniente dal frutto, e quella dei profumi legnosi, che si estrae dalla corteccia. Piace alle donne per la sua frizzantezza leggera e al contempo virile. Il profumo del cedro è infatti intenso, ma sulla pelle maschile risulta sempre molto fresco. Una curiosità? Il legno di cedro stimola la memoria e il suo aroma piace anche perché riporta alla mente l’infanzia per il suo profumo molto simile a quello delle matite e dei pastelli di scuola. (ANSA)

Condividi questo articolo
RSS
Facebook
Twitter
INSTAGRAM
Pinterest
LinkedIn
Follow by Email
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial