Cronaca dei Carabinieri a Modugno (BA) e Potenza

E’  stato arrestato questa mattina a Modugno dai Carabinieri della Sezione Operativa  un individuo, per spaccio di stupefacenti. L’uomo è accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini, supportate da numerosi controlli sul territorio e servizi di appostamento, hanno permesso di individuare il giovane (un ventenne incensurato  del posto) all’interno di un circolo ricreativo,  che nascondeva in tasca  circa 20 grammi di Marjuana suddivisa in tre dosi.

Le indagini dei Carabinieri di Modugno hanno permesso di coglierlo in flagranza di reato e dai successivi controlli presso l’abitazione di sequestrare un ulteriori 40 grammi di marijuana e materiale per il confezionamento.

Continuano in controlli dei Carabinieri soprattutto nei pressi delle scuole e nei luoghi frequentati dai più giovani.

Il 20enne, su disposizione della competente A.G., è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Nel corso della mattina odierna, su disposizione della Procura della Repubblica di Potenza, i Carabinieri del NOE hanno eseguito una ordinanza di applicazione della misura cautelare della sospensione dall’esercizio di un pubblico ufficio, per la durata di 8 mesi, emessa dal G.I.P. del capoluogo lucano, nei confronti di cinque pubblici ufficiali dell’organo di vigilanza della Basilicata sugli impianti a rischio di incidente.

Le indagini sono scaturite dal copioso sversamento di greggio nelle falde acquifere sotterranee con la contestuale compromissione delle matrici ambientali “sottosuolo” e “acqua superficiale” nell’area di Viggiano (PZ).

L’evento, qualificato “incidente rilevante” dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, causava la contaminazione e la compromissione di 26.000mq di suolo e sottosuolo della suddetta area industriale e del reticolo idrografico a valle dell’impluvio denominato “Fossa del Lupo”.