Calcio a migrante:aggressori,no razzisti

Con l’ausilio delle telecamere di videosorveglianza gli agenti della Polizia locale hanno identificato e denunciato per lesioni le due persone che venerdì a Bari, mentre erano ferme a un semaforo sul loro scooter, hanno dato un calcio a un uomo del Bangladesh che era su una bici, facendolo cadere e procurandogli ferite giudicate guaribili in 25 giorni. Il conducente dello scooter, di 30 anni, che ha dato il calcio, e il passeggero di 19 anni hanno negato di avere agito per razzismo e hanno detto di avere colpito il ciclista straniero dopo un diverbio avuto in strada, durante il quale l’uomo del Bangladesh aveva reagito con uno sputo a distanza.
    Secondo quanto riferito dalla Polizia locale, i due aggressori si sono dimostrati pentiti.