Bassetti,a Bari per unità Mediterraneo

Notizia Audio voce Mimmo Moramarco  Vietata la riproduzione podcast news

“Siamo qui per riscoprire il significato di una comune appartenenza al Mediterraneo, quindi per attingere alla bellezza e alla forza della comunione fraterna, e per mettere a fuoco una profezia di unità. Il Mediterraneo non è solo bellezza generata dall’incontro delle diversità, ma anche violenza che esplode a causa dell’incapacità di comporre i giochi di potere, gli interessi contrapposti e le paure che queste stesse diversità possono alimentare”. Lo ha detto cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, in apertura dei lavori nel Castello Svevo di Bari dell’incontro ‘Mediterraneo frontiera di pace’.
    “In prossimità del porto e della cattedrale, quindi del mare e della terra, questo castello – ha detto – testimonia che il Vangelo non giunge da alcuna parte se non incontrando la vita di persone concrete, col loro vissuto di lingue e culture, di attese e speranze. Nessuna cattedrale esisterebbe senza ‘porti’, nemmeno nell’Europa continentale”.

Condividi questo articolo
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial